giovedì 24 maggio 2012

Budino alle cipolle con crakers di riso e miele al peperoncino (Onion pudding with rice crakers and chilly honey)



Mia nonna aveva delle strane convinzioni, o meglio, aveva un modo tutto suo di vedere e fare le cose. Nella casa dei nonni al lago di Garda avevamo un giardino grandissimo e c'era una griglia bellissima per cucinare. D'estate capitava spesso che si facessero delle belle grigliate di carne o di pesce. Chiunque abbia fatto una grigliata, sa che la carne, il pane ecc vengono a "strisce" e il fatto di abbrustolirsi comporta che tendano un po' a scurirsi. Bene, mia nonna regolarmente grattava le fette di pane col coltello, eliminando di fatto quasi tutta la bella crosticina che si creava sopra la griglia: secondo lei mangiarlo così come le veniva servito faceva venire il cancro.

Un'altra covinzione che aveva era che il budino caldo facesse malissimo. Non ho mai passato molto tempo con mia nonna e la maggior parte delle volte per merenda mangiavo latte e biscotti ma ogni tanto si comprava il preparato per il budino in busta e me lo preparava. Guai però a pulire il pentolino dove era stato preparato, faceva malissimo! Non poteva neanche essere a temperatura ambiente, doveva essere freddo di frigo. Vai a capirla la nonna...

Sono anni ormai che non mangio più un budino, chissà perché poi visto che adoro la sua consistenza. Mai e poi mai avevo pensato al budino salato, ma ormai l'avrete capito, l'mtc nasce con l'intento di far provare cose nuove. In questo caso è stato un particolare piaere provare il budino salato perché è stato molto più facile del previsto e credo che replicherò spesso questa ricetta così facile e versatile.
Francesca è stata davvero illuminante sulla preparazione, grazie a lei non potete sbagliare!
Io ho avuto l'illuminazione per questa ricetta al supermercato, quando ho visto un vasetto di miele al peperoncino, posto fra le varie specialità calabresi. Qualche secondo e lo sguardo mi si è illuminato: l'occhio sbarrato, il sorriso a 32 denti, l'aria diabolica...sì, probabilmente gli altri clienti mi hanno guardata male, ma che ci volete fare? :)

Secondo me la ricetta è ben riuscita e c'è il giusto equilibro di sapori, insomma ci è piaciuto tantissimo! Secondo me dà il meglio di sè quando è tiepido, ma l'ho mangiato il giorno dopo a temperatura ambiente ed era buonissimo uguale.





Ingredienti (per 10 biccoli budini):


per i budini:

100 gr di panna fresca
30 gr di burro
2 uova
2 cipolle dorate (450 gr circa)
30 gr di parmigiano
sale, pepe


per l'accompagnamento (circa 8 crakers):

miele millefiori al peperoncino
60 gr di farina di riso
40 gr di acqua
15 gr di sale
parmigiano
1 uovo


Hosbucciato e tritato grossolanamente le cipolle, quindi le ho cotte con il burro. Le ho messe da parte ad intiepidire. Nel mixer ho frullato la panna con le cipolle, quindi ho aggiunto le uova, il parmigiano grattugiato e ho aggiustato di sale e di pepe. Ho versato il composto in degli stampini, opportunamente imburrati: io ho usato quelli da cupcake. Ho infornato a 180° a bagnomaria per 30 minuti.

Per i craker di riso e parmigiano, ho impastato l'acqua, il sale e la farina di riso. Aiutandomi con un coppapasta, ho formato diversi triangolini di pasta sottili. Ho spennellato con un po' d'uovo sbattuto e vi ho grattuggiato sopra un po' di parmigiano. Ho infornato a 180° per circa 15 minuti.

Ho sformato il budino su un piatto, ho tagliato i craker di riso in due e li ho messi accanto al budino, quindi ho condito con il miele al peperoncino.




Ingredients (makes 10):


for the puddings:

100g of whipping cream
30g of unsalted butter
2 eggs
2 golden onions (more or less 450g)
30g of parmesan
salt, pepper to taste


for the side (more or less 8 crakers):

wildflower honey with chilly
60g of rice flour
40g of water
15g of salt
parmesan
1 egg


I peeled and chopped the onions, then I cooked them with the butter. I left left them to cool. I blended the onions with the whipping cream, then I added eggs, parmesan, salt and pepper. I poured the mixture in the buttered cupcake pans. I cooked in a bain-marie in the oven at 180° for 30 minutes.

For the rice and parmesan crakers, I kneaded the water, the salt and the rice flour. Helping myself with a coppapasta, I formed many thin triangles of pastry. I brushed the crakers with a bit of stirred egg and I grated some parmesan on them. I cooked at 180° for 15 minutes.

I took the pudding out of the mould, I cut the rice crakers in 2 parts and put them near the pudding, then I dressed with the wildflower honey with chilly.

Con questa ricetta partecipo all'mtc di maggio:


22 commenti:

  1. Io ti credo sulla parola..secondo me è buonissimo :)
    Buona serata !

    RispondiElimina
  2. Immagino l'aroma delle cipolle abbinato al miele al peperoncino e mi sembra una favola!!

    Valle a capire le nonne, ma in fondo è solo perchè hanno timore che tutto ci possa far male!! ;)

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi aspettavo neanch'io che l'abbinamento fosse così azzeccato :)

      Elimina
  3. Adoro la cipolla!! E bravissima per gli accostamenti, anche per me sono perfettamente abbinati!!!
    Le nonne non so perché hanno sempre strane credenze...ma i loro rimedi sono formidabili!! :P

    RispondiElimina
  4. In casa da noi la cipolla non manca mai, certo non avrei immaginato una ricetta così sfiziosa !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da noi non manca mai, io la metterei ovunque :)

      Elimina
  5. Approvo, approvo e approvo, tutto completamente gluten free e meravigliosamente buono! Cioè, forse mi sto lasciando andare un po' troppo, cioè, mica voglio che tu vinca... però mi piace da impazzire! :*
    P.s. Chissà se i miei nipoti mi ricorderanno come la nonna strana... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che onore ricevere i complimenti da te: grazie!!!

      Elimina
  6. anche mia nonna nutriva assolutamente le stesse precise convinzioni!!! Sono cresciuta con lei e finché mi è stata vicino mai e pi mai avrei osato addentare pane "strisciato" di nero o budini men che freddi!:-)) é la mattina dei ricordi per me oggi... Prima Vitto e ora tu... grazie mille di avermi allietato la giornata, oltre che con una ricetta ben equilibrata ed interessante, anche con un sorriso regalato alla mia amatissima nonna :-)
    Grazie
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma davvero? Giravano leggende strane allora :) ihih

      Elimina
  7. so che ne hai già uno ma anche io ho pensato a te! passa da me se t va

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passo appena riesco: promesso! grazie :)

      Elimina
  8. cipolla, miele e peperoncino? ma che delizia!!! il tuo budino salato devo proprio provarlo!
    riguardo la tua nonna, la vedeva lunga... quando i cibi bruciano rilasciano sostanze tossiche che è meglio non mangiare (anche se io adoro ad esempio la pizza sbruciacchiata...)! a questo punto mi sa che potrebbe avere una spiegazione anche il non mangiare cibo troppo caldo (che io adoro, umpf...)
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì però, se non bruciacchi un po' al carne sulla griglia che gusto c'è? :) Per quanto riguarda il cibo caldo è vero per ciò che contiene il lievito, perché il lievito continua a lievitare e fa gonfiare ;)

      Elimina
  9. aiuto! non ho ancora pensato ne realizzato una ricetta per l'MTC ma dopo aver visto tutte le vostre bontà dovrei rinunciarci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noooo, che dici?! -io aspetto la tua versione :)

      Elimina
  10. tua nonna non aveva tutti i torti, le parti nere del cibo grigliato contengono effettivamente sostanze cancerogene, tutto sta nella misura, meglio non esagerare.
    I budini, invece, sono buonissimi, mi piace l'idea dei crackers e del miele piccante!
    ciao :-)
    Francesca

    RispondiElimina
  11. ricetta assolutamente salvata!! mi hai colpita nel segno..

    dovrò attendere che il mio lui sia fuori casa per farla, ma è nella lista!!! oh si..assolutamente!!

    ed ora vado a spulciarmi il resto delle tue ricette..♥

    RispondiElimina