domenica 13 ottobre 2013

American Breakfast Myway: ovvero come cenare facendo colazione!





"Amore, ho una buona notizia: questo mese per l'Mtc dobbiamo preparare la colazione americana!"
 



"Fagioli, salsicce, uova...mmmh! Ma, amore...io non faccio colazione" dichiara la mia magra metà.

"Va beh vorrà dire che domani si cena con la colazione! Tu intanto pensa a cosa fare."

Quando Roberta, nel suo post, aveva esortato tutti i partecipanti a divertirsi, non avrei mai pensato di poterlo fare a questi livelli!

Poco tempo per decidere e totale inesperienza nel campo della colazione americana: una vera sfida. Mi è venuto in aiuto google immagini, che mi ha decisamente ispirato.

Fatta la spesa, è arrivato il momento di cucinare. Impastati gli english muffin è il momento dei french toast.

"Amore, tiri fuori il pane da t...o cavoli, mi sono dimenticata il pane da toast!"


"Geniale...e ora che facciamo?"
"Non so, facciamo i pancakes con il ripieno dei french toast?"

In questi casi, l'unica è aprire il frigo e sperimentare. E quanto sono buoni gli esperimenti!

Fatti i pancake, fatte le uova (buttando via un solo uovo!!), la salsa, il bacon, lo smoothie, ecco che ci sediamo finalmente a tavola.

La magra metà mi guarda: "Facendo due conti, per fare colazione alle 7 uno si deve svegliare alle 5 per preparare. Buonissima sta colazione, ma non lo farei neanche morto"

"Vorrà dire che noi ci ceneremo" dico io.

"Amore, visto che noi ci ceniamo, sai cosa ci starebbe bene in questo smoothie? Un bel goccio di rum!"

"Vada per il rum, ma è meglio non consigliarlo per la colazione"

Il piatto ormai è vuoto, siamo pronti per spaparanzarci sul divano (ma come fanno gli americani ad andare a lavorare dopo sta bomba?).

La magra metà si illumina e mi fa: "Amore, ora ho capito! Questo mese l'Mtc lo vince chi riesce a non morire per il colesterolo alto e postare la ricetta!"


La degna conclusione di un altro mese di Mtc.


Ma alla fine cosa c'era nel nostro piatto? 

 Uova alla Benedict con salsa moutarde su english muffin all'orzo e noci, bacon caramellato, pancake allo yogurt con salsa allo sciroppo d'acero e burro d'arachidi e smoothie all'ananas e mango.

Possono sembrare molti elementi per un solo piatto, ma vi assicuro che si ammalgamavano molto bene fra loro. C'erano tutti gli elementi necessari: dolce, salato, aspro, amaro.

Visto che però, chi si loda s'imbroda, lascio giudicare voi e vi lascio alla ricetta. Sotto trovate anche le mie considerazioni e consigli. Buona domenica!




Ingredienti:

Per gli english muffin d'orzo e noci:

225 g di farina 0
225 g di farina d'orzo
225 ml di latte
55 ml di acqua
7 g di lievito di birra secco
2 c di zucchero
50 gr di noci sgusciate

Per l'uovo e la salsa moutarde:

4 uova
4 tuorli
il succo e la scorza di mezzo limone
120 gr di burro
1,5 c di senape di digione
sale

Per il bacon caramellato:

pancetta a fette (io ho trovato solo quella tagliata fine, ma secondo me viene bene anche con quella un po' più spessa)
zucchero di canna

Per i pancakes:

1 uovo
20 g di zucchero bianco
100 g di yogurt
150 g di farina
1 c di lievito per dolci
55 g di latte
burro
sciroppo d'acero
burro di noccioline

Per lo smoothie:

1 ananas fresco
1 mango


English muffin d'orzo e noci

Ho scoperto da poco la farina d'orzo e questi muffin sono il mio secondo esperimento. Non ho una grande conoscenza di questa farina, ma quello che è immediatamente evidente, è che fatica un po' ad essere lavorato e a lievitare, ecco perché ad esempio non può essere usata da sola.

Il risultato è molto interessante anche se meno morbido, credo, rispetto alla versione originale. Per i miei gusti sono leggermente insipidi, ma essendo fatti per essere mangiati con altro funzionano bene. Se posso permettermi, secondo me sarebbero perfetti con del gorgonzola e un goccio di miele.

Ho mischiato l'acqua e il latte tiepidi e ho aggiunto lo zucchero con il lievito. Ho lasciato a risposare una decina di minuti, quindi ho aggiunto le due farine e il sale e ho impastato fino ad ottenere un impasto liscio. Ho incorporato le noci e ho continuato a impastare, spingendo con il polso lontano da me per allungare l'impasto e ripiegandolo poi su sè stesso.

Ho lasciato riposare per circa un'ora, fino a raddoppiamento dell'impasto. Poi ho steso l'impasto a circa 1 cm di altezza (così dice la mia magra metà che è geometra, io non ci capisco niente) e ho ritagliato dei dischi d'impasto con un bicchiere (circa 7 cm di diametro). Li ho lasciati a lievitare ancora una ventina di minuti, quindi li ho cotti in una padella antiaderente, 4 minuti per lato.


Uova in camicia e salsa moutarde

Per le uova, dopo un esperimento disastroso ho capito il metodo che per me funziona meglio. Non è detto che sia lo stesso che funziona meglio per voi, vi consiglio quindi di procurarvi qualche uovo in più e di provare.

Ho portato dell'acqua al bollore in una pentolino di medio diametro. Ho rotto un uovo in una ciotolina, senza rompere il tuorlo, quindi l'ho rovesciato velocemente dentro l'acqua bollente.
Ho avviato il timer, settato a 3 minuti, e ho aspettato. Dopo due minuti ho staccato l'uovo dal fondo o dalle pareti del pentolino con un mestolo forato, cercando di essere più delicata possibile. Ho lasciato cuocere ancora un minuto, quindi ho prelevato l'uovo dall'acqua con il mestolo forato e ho "asciugato" l'uovo, appogiandolo su un po' di carta da cucina.
Prima di cuocere l'uovo successivo, ho eliminato eventuali residui di uovo dal pentolino.

La salsa moutarde è una variante della salsa olandese, tipicamente versata sull'uovo alla Benedict. Si ottiene semplicemente aggiungendo un po' di senape e secondo me è veramente gustosa: permette di contrastare perfettamente il gusto deciso del bacon caramellato. 
Pensavo che preparare questa salsa fosse difficile, invece è veramente semplice, quindi prendete coraggio e provatela.

Per la salsa ho grattuggiato e spremuto mezzo limone in un pentolino, ho aggiunto i tuorli e il sale e ho ammalgamato bene. A parte, ho sciolto il burro nel microonde.
Ho messo il pentolino sopra una pentola con dell'acqua in ebollizione (io ho sfruttato la pentola usata per fare l'uovo in camicia) e ho iniziato a mescolare la salsa, incorporando il burro a filo.
Mi raccomando, il pentolino non deve toccare l'acqua bollente!
Ho continuato a mescolare fino a che la salsa non si è addensata, quindi ho trasferito il tutto in una ciotola, per fermare la cottura. Infine ho aggiunto la senape.

Bacon caramellato

Molti di voi innoridiranno all'idea di unire pancetta e zucchero, ma vi assicuro che la combinazione è una bomba. A patto che vi piaccia l'agrodolce naturalmente! ;)
Per non accendere il forno per qualche fetta di pancetta, ho usato il microonde, ma voi potete usare anche il forno tradizionale.

Ho messo le fette di pancetta sul piatto crisp e le ho spolverizzate con lo zucchero di canna. Ho cotto per qualche minuto con la funzione dedicata alla carne.
Non fatevi fregare: quando tirerete fuori le fettine, vi sembreranno molle, ma non appena lo zucchero si raffredderà, diventeranno super croccanti.

Pancakes con salsa allo sciroppo d'acero e burro di noccioline

Lo confesso, tutte le volte che mi capita di preparare i pancakes penso sempre a Paperino e Cip e Ciop in questo cartone animato del 1948 (!!!), intitolato "Colazione per tre". Mi riporta indietro nel tempo e non posso che sorridere. 

Per questa ricetta ho usato dello yogurt al cocco che avevo nel frigo, ma del sapore di cocco non è rimasta alcuna traccia. Secondo me quindi, potete usare un qualsiasi yogurt a vostra scelta dal sapore non troppo marcato. L'unica differenza che ci può essere è fra uno yogurt alla frutta, che è dolce, e uno yogurt naturale bianco, un po' più acido. Non credo comunque che noterete una differenza marcatissima.

Per i pancake ho unito lo yogurt, l'uovo e lo zucchero e ho mescolato bene. Ho incorporato la farina con il lievito e ho mescolato bene. Ho quindi aggiunto il latte e ho mescolato fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. La consistenza non dev'essere troppo liquida o l'impasto non manterrà la forma in pentola.
In una padella antiaderente, ho sciolto poco burro, quindi ho versato una cucchiaiata abbondante di impasto. Ho fatto cuocere fino a che sulla superficie sono comparse delle piccole bollicine, quindi ho girato il pancake e l'ho cotto ancora brevemente.
I tempi di cottura variano molto in base alla quantità di impasto, ma il sistema delle bolle funziona bene.

Per la salsa, ho mescolato un po' di burro di noccioline con lo sciroppo d'acer fino ad ottenere una salsa abbastanza fluida. L'ho scaldata in microonde per circa 1 minuto prima di versarla sui pancakes.


Lo smoothie all'ananas e mango


Questo smoothie è bello fresco e gustoso e non necessita di aggiunte di zucchero. Se volete ottenere una bevanda più simile a un succo, potete allungarlo con un po' d'acqua fresca: sarà altrettanto buono ma più liquido. 
In alternativa, ma non per la colazione, potete allungarlo con un po' di rum, viene buonissimo. Ci starebbe molto bene anche un goccio di latte di cocco.

Ho mondato e sbucciato l'ananas e l'ho tagliato a pezzetti, eliminando la parte centrale più dura. Ho pelato e tagliato a pezzetti il mango. Ho messo entrambi nel frullatore e l'ho fatto andare fino ad ottenere una consistenza omogenea.


Montaggio


Ho tagliato a metà un english muffin e su ogni metà ho adagiato un uovo in camicia. Ho coperto con abbondante salsa moutarde. Vi ho appoggiato sopra il bacon caramellato.
A lato ho posizionato 3 mini-pancakes e ho coperto con la salsa di sciroppo d'acero calda.
Ho versato lo smoothie in un bicchiere e ho servito.

Con questa ricetta partecipo all'Mtc di ottobre:


22 commenti:

  1. Io ti dico solo che qualunque ristorante americano dovesse mettere in menu' una colazione del genere, farebbe la sua fortuna!! E piu' americana di cosi' non potrebbe essere, con il bacon caramellato che e' un grande classico, lo sciroppo d'acero e, che lo dico a fare, il burro di noccioline...ma si vede che e' pensata e realizzata al di qua dell'oceano, credimi...Bravissima anche nell'abbinamento della bevanda, che sgrassa la bocca e favorisce la digestione!! Grazie di cuore Gaia, mi piace tutto tutto...

    RispondiElimina
  2. ahahahahahah...guarda, certe mattine un goccetto di rum ci vorrebbe proprio!! gia' che son ripassata, ne approfitto per farti i complimenti per le foto, che prima me li ero dimenticati!!

    RispondiElimina
  3. accidenti! ma questo non è un american breakfast... sono due! :-)))
    quanta roba hai preparato, e pure tutto impeccabile.
    ha dei colori splendidi, bravissima!

    RispondiElimina
  4. Bella, bella, bella. anche perchè, a dispetto dei commenti del tuo ragazzo, questa colazione ha una vena salutista che in America sarebbe apprezzata moltissimo: l'orzo e la frutta secca nell'impasto degli english muffins, lo smoothie di frutta bilancano bene gli estremi più grassi della colazione. Il bacon caramellato è una chiccheria che apprezzeremmo anche qui. Bravissima!

    RispondiElimina
  5. Sarò americana inside, ma questa ricca colazione, se me la preparasse qualcuno, me la mangerei anche alle 7 del mattino... e quel goccio di alcol servirebbe a far scendere tutto più velocemente! ;)

    RispondiElimina
  6. Mi piace un sacco l'idea degli english muffins con noci e farina d'orzo!Noi ancora navighiamo in alto mare...brava, brava!!

    RispondiElimina
  7. Tanta roba eh? Noto che il goccio di alcol è un comune denominatore delle colazioni di questo mese :-)

    RispondiElimina
  8. Cenare, colazionare....l'importante è mangiare, magari con l'aplomb di un fine degustatore, ma sempre quello è!!
    La mostarda rappresenta una bella sferzata di sapore e direi che trova un complice incredibile nel bacon caramellato!!

    RispondiElimina
  9. e qui si è iniziato alla grande complimentissimi

    RispondiElimina
  10. Hey friend qui va a finire che mi sento male, dal buono ovviamente!I <3 american breakfast!Non vedo l'ora di invitare te e la tua magra metà (ahahahahah!) a casa nuova per un bel brunch!Ci siamo quasiiiiiii!Baci baci

    RispondiElimina
  11. Mi piace tutto della tua colazione, in primis i muffins con farina d'orzo e noci, devono avere un sapore delizioso. La salsa moutarde dev'essere veramente divina, con quel sapore in più della senape aggiunto alla già deliziosa olandese. Che dire del bacon caramellato? che mi hai messo una curiosità che non ti dicooo!! bravissima!

    RispondiElimina
  12. ecco, non sono mai stata in paesi anglosassoni e veramente non so come facciano a mangiare tutto questo bendiddio a colazione......ma a cena, voglio tutto!!

    RispondiElimina
  13. Anche la colazione dalle mie parti è servita per la cena!
    Ma due porzioni a testa avete mangiato? Do ragione al tuo ragazzo!! :D
    Anche se , sono, sicura non avrei fatto nessuna fatica a mangiare tutto anche io!
    Non ho ancora sperimentato la farina di orzo, ma il suggerimento con gorgonzola e miele è da seguire subito!

    baci

    RispondiElimina
  14. eheheh vedo che in diverse abbiamo spostato l'ora di colazione all'ora di cena :D

    RispondiElimina
  15. Noi la consideriamo molto più pesante e ricca della nostra, ma è anche il pasto più importante ed è bene fare il pieno di calorie e poi regolarsi con gli altri pasti. Oppure, come hai fatto tu, farlo diventare una cena golosa o un bel brunch domenicale.
    Bravissima.

    Fabio

    RispondiElimina
  16. Meravigliosa davvero la tua proposta, mi piace da matti!!!!

    RispondiElimina
  17. è bellissimo il tuo piatto, ben presentato e ricco e completo! un piacere alla vista e al palato, buona serata, Sonia

    RispondiElimina
  18. Io, con la mia "breakfast" ci ho pranzato.. perchè come ha giustamente osservato la tua magra metà - e a tal proposito, beato lui - per preparare in casa tutto questo ben di Dio, ci si deve alzare con laaaargo anticipo: mica scemi gli americani che la vanno a fare fuori casa! ;) La tua mi piace un sacco, soprattutto il bacon caramellato che io non ho messo, ci deve stare davvero bene!!

    RispondiElimina
  19. Sei riuscita a restare nel classico ma allo stesso tempo a preparare una colazione (o cena, non ha molta importanza) molto particolare e fantasiosa. Mi piace un sacco :)

    RispondiElimina
  20. La magra metà è decisamente fortunato!!! colazione o cena che sia, sei riuscita a proporre una meraviglia. Bravissima

    RispondiElimina
  21. Hai perfettamente ragione! Anch'io avrei cenato con la colazione!! E che bella cenetta!! Super calorica ma iper raffinata!!! bravissima!

    RispondiElimina